Rimuovere le offese

Rimuovere le offese

Le seguenti linee guida possono essere usate sia nella preghiera personale, sia in gruppi e cellule di preghiera per intercedere per la propria area, città e nazione.

Possiamo anche non aver commesso i peccati descritti nelle pagine seguenti, ma possiamo identificarci con il peccato in rappresentanza della comunità, come hanno fatto Daniele (Dan.9) e Nehemia (Neh.1). In questo caso prendiamo la posizione di intercessori e ci avviciniamo a Dio a nome della nostra comunità per chiedere il perdono dei peccati da essa commessi.
Ricordiamoci di non usare le informazioni che abbiamo per giudicare gli altri o accusarli davanti a Dio.

Offese contro Dio

C’è un desiderio sempre più crescente nel cuore dei credenti di vivere un rapporto personale, intimo con Dio. C’è infatti un desiderio sempre più crescente di pregare e cercare la faccia del Signore. Molti credenti stanno anche esprimendo la loro preoccupazione riguardo al deteriorarsi della società, come si può vedere dall’aumento di crimini, violenza e pratiche peccaminose. In
tempi come questi abbiamo bisogno di conoscere il Dio che serviamo, perché con Dio nulla è impossibile. Il nostro Dio è specializzato nei “casi senza speranza”; non ci ha lasciato, non ci ha abbandonato ma, come dice la Sua Parola, ha dato alla Sua Chiesa delle linee guida definite su come trattare situazioni come quelle che la nostra nazione sta affrontando: crescente illegalità,
povertà, malattie, ecc. Una cosa che Di ci chiede è di avere fede, perché senza fede è impossibile piacerGli. Con una fede grande come un granello di senape, possiamo spostare le montagne!

Tuttavia, Dio opera secondo alcuni principi. E’ molto chiaro nella Bibbia che dove c’è peccato nelle nostre vite, o quando una nazione ha peccato contro di Lui, allora Egli non risponderà alle nostre preghiere e non farà scendere la benedizione. Il modo per avvicinarsi a Lui, in questi casi, è attraverso il pentimento. Dio è attirato dai cuori contriti. Il problema che abbiamo nella
nostra società oggi, è che non sappiamo più di cosa dobbiamo pentirci. Siamo diventati così abituati al peccato, che non lo trattiamo più nei modi indicati dalla Bibbia, trovando scuse e ragioni per essere coinvolti in cose che Dio odia, ed aspettandoci, poi, che Egli si avvicini a noi, anche quando stiamo peccando. I principi di Dio, per quanto riguarda la santità, sono estremamente chiari e dobbiamo guardare a noi stessi ed alla nostra società attraverso gli occhi di Dio, misurando noi stessi e la società in cui viviamo con la Parola di Dio, e avvicinarci a Lui con il pentimento.

La Bibbia dice chiaramente che il pentimento è il requisito necessario per ricevere perdono. Peccati del passato che non sono stati confessati, non sono perdonati, ma continuano ad avere un effetto su di noi oggi. Secondo la Bibbia, ci sono addirittura dei peccati che hanno effetto sulla terra, la contaminano e fanno si che Dio rimuova il suo favore da essa. Le quattro aree di peccato su cui ci focalizzeremo sono: spargimento di sangue, immoralità, idolatria, patti
spezzati. Ognuna di queste aree verrà discussa in maggior dettaglio e verranno dati esempi su come pregare.

Cristo ha sofferto ed è risorto dai morti affinché il pentimento ed il perdono dei peccati fossero predicati a tutte le nazioni (Luca 24:46-47). Paolo e gli altri apostoli diffusero questo messaggio di pentimento viaggiando attraverso l’impero romano. In Efeso, la predicazione di Paolo sul pentimento ha fatto si che tantissimi si convertissero al Signore e bruciassero i loro libri e oggetti di magia (Atti 19:19). Questo ebbe un tale effetto sulla società della città che gli
aderenti al culto di Diana (Artemide) furono scossi e persero i guadagni dalla vendita dei loro idoli. Il modo in cui Dio fa si che le persone si convertano a Lui e le offese vengano rimosse è il pentimento.

Nel Vecchio Testamento il popolo di Dio dovette rimuovere e distruggere tutto ciò che offendeva Dio (Deut. 12:2-4) affinché essi adorassero solo Lui. Promise loro che se si fossero allontanati da Lui e dalle Sue vie li avrebbe puniti per la loro disubbidienza, che avrebbero dovuto tornare a Lui, umiliarsi davanti a Lui, pregare e cercare la Sua faccia ed allontanarsi dalle loro vie malvagie, allora Egli avrebbe ascoltato dal cielo, perdonato il loro peccato e guarito la loro terra (2 Cron. 7:14). In Ebrei 9:22 leggiamo che quasi tutte le cose venivano purificate con il sangue, e senza lo spargimento di sangue, non c’è perdono. Nel Vecchio
Testamento Dio diede al Suo popolo il sistema di sacrifici per aiutarli se peccavano contro di Lui e gli uni contro gli altri. Una volta all’anno il sommo sacerdote doveva fare il sacrificio per il peccato (Levitico 16). Il sangue di questo sacrificio doveva fare l’espiazione per il santuario (davanti al propiziatorio) a causa delle impurità dei figli d’Israele, delle loro trasgressioni e di tutti i loro peccati. Dopo che il sommo sacerdote aveva asperso il sangue sul propiziatorio ed intorno ad esso, doveva portare la confessione dei peccati del popolo. Il sacrificio doveva essere presentato solo una volta all’anno ed era stato dato per proteggere il popolo dalla santità di Dio.

In Ebrei 9:11 leggiamo che Gesù è venuto quale Sommo Sacerdote ed è entrato nel Luogo Santissimo per noi. Non è venuto con il sangue di capri e tori, ma con il Suo stesso sangue. Non ha bisogno di farlo spesso, ma lo ha fatto una sola volta per tutte. Il sangue di Gesù inaugurò il Nuovo Patto (1 Cor. 11:25-26) e con il Suo sangue ha aperto una via per annullare i peccati (Ebrei 9:26). Il sangue di tori e capri non poteva mai annullare i peccati, ma il sangue di Gesù sì. Attraverso il sangue di Gesù noi possiamo ora ricevere il perdono dei peccati, e non abbiamo più bisogno di portare alcuna offerta di tori e capri. Dopo il sacrificio, Gesù si è seduto alla destra di Dio, in attesa che i Suoi nemici siano posti come sgabello dei Suoi piedi (Ebrei 10:12-13). Attraverso ciò che Gesù ha fatto, abbiamo accesso al trono della grazia (il propiziatorio) nei cieli (Ebrei 4:16), per trovare aiuto nel momento del bisogno. Il sangue di Gesù che è stato sparso nel cielo davanti al trono della grazia è l’evidenza del perdono che Dio
deve dare quando le persone vanno davanti al Lui nel nome di Gesù con pentimento. Quando preghiamo Dio per il perdono dei nostri peccati dei peccati del nostro popolo, come i sacerdoti facevano nel Vecchio Testamento, allora Dio ascolta la testimonianza del sangue di Gesù che testimonia per noi davanti al Suo trono (Ebrei 12:24). Mentre le nostre preghiere di pentimento vengono portate davanti a Dio (Apoc. 8:3-5), allora Egli agisce a nostro favore e tutte le
promesse del patto, dalle promesse che Dio fece nel Suo patto con Adamo, Noè, Abramo, Davide, Salomone, ecc. e le promesse del Nuovo Patto in Gesù, diventano nostra eredità. Una di esse è la promessa che se ci umiliano, preghiamo e cerchiamo la faccia di Dio e ci allontaniamo dalle nostre vie malvagie, allora Dio ascolterà dal cielo, perdonerà il nostro peccato e guarirà il nostro paese.

Spargimento di Sangue

Il primo caso di spargimento di sangue nella Bibbia è in Genesi 4, quando Caino uccide suo fratello Abele. Nelle generazioni successive il peccato di spargimento di sangue si è moltiplicato attraverso un ciclo di vendetta (Ge. 4:23-24). La reazione di Dio a questo peccato fu severa; disse che Caino sarebbe stato maledetto, che il suolo non gli avrebbe più dato i suoi prodotti e sarebbe stato un vagabondo ed un fuggiasco sulla terra (Gen. 4:11-12). Quando Dio dette la
Sua legge a Mosè, ordinò che l’assassino doveva morire (Deut. 19:11-13). Qualora qualcuno fosse stato ucciso e non era possibile stabilire chi fosse il colpevole, Dio chiese ai sacerdoti della città più vicina di fare ciò che era necessario per togliere la colpa dello spargimento di sangue innocente (Deut. 21). La Bibbia insegna che ogni spargimento di sangue, sia di uomini che di animali, contamina la terra. La colpevolezza di un delitto di sangue è la conseguenza inevitabile dello spargimento di sangue sia umano che di animali sacrificati agli idoli. Questa colpa è come una contaminazione che si diffonde velocemente. Può influire sull’uccisore e sulla sua famiglia, la generazione successiva, la città in cui vive, la nazione a cui appartiene e la terra in cui vive. Subito dopo il diluvio Dio proibì che si mangiasse o bevesse del sangue.
Questo comandamento era rispettato anche dalla chiesa del Nuovo Testamento (Atti 15:20).
Nel Nuovo Testamento Gesù addirittura affermò che l’ira e gli scoppi d’ira, agli occhi di Dio, sono considerati come un omicidio.

Lo spargimento di sangue è un offesa seria agli occhi di Dio. Quando Manasse riempì Gerusalemme di sangue innocente, Dio non era disposto a perdonare, mandò quindi il Suo popolo in esilio (2 Re 24:4). Quando coloro che volevano cercare Dio erano colpevoli di spargimento di sangue, Dio non era disposto a rispondere alle loro preghiere (Isaia 1:15; 59:2). Prov. 6:17 dice che Dio odia le mani che spargono sangue. In Gioele Dio promise che quando avrebbe ristabilito il Suo popolo, avrebbe perdonato la colpevolezza di sangue, ma fino ad allora, la terra non avrebbe nascosto i suoi uccisi (Isaia 26:21). Questo sangue avrebbe
continuato a gridare a Lui come il sangue di Abele.

Noi italiani siamo gravati dal peso della colpevolezza di sangue a causa del sangue innocente che è stato sparso nel nostro paese. Gli effetti si vedono nell’aumento di vendette, omicidi, scoppi d’ira tra persone diverse, i modi di vivere instabili di molte persone. L’unico modo per rimuovere questo colpa è di appropriarsi del sangue versato da Gesù per noi. Come lo facciamo? Ci avviciniamo al trono della grazia con la certezza che abbiamo un Avvocato in cielo che intercede per noi. Egli ha pagato il prezzo per i nostri peccati con il proprio sangue e non abbiamo bisogno di offrire il sangue di un animale per chiedere il perdono. Il sangue di Gesù parla a nostro favore (Ebrei 12:24). Armati di questa promessa di perdono e della sicurezza del patto migliore, possiamo avvicinarci a Dio, pentirci del peccato commesso nella nostra terra e ricevere il Suo perdono. Senza pentimento per il peccato, non c’è perdono. Nemmeno il tempo cancella il peccato. L’unico modo per ricevere il perdono è attraverso il pentimento. Il peccato per cui non c’è pentimento, anche quello di generazioni precedenti, continua ad avere un effetto sulle generazioni successive. Ricordiamo, comunque, che noi confessiamo il peccato che è stato commesso nel passato, ma NON preghiamo per il perdono dei nostri progenitori. Loro hanno avuto la loro possibilità davanti a Dio di farlo. Noi preghiamo affinché Dio possa rimuovere la colpa dalla nostra terra attraverso il sangue di Gesù, e rimuova anche la maledizione che ne è seguita. Possiamo allora ricordare a Dio la Sua promessa in 2 Cronache 7:14 “Se voi vi pentite … allora Io guarirò il paese”.

Preghiere Riguardo allo Spargimento di Sangue

Le preghiere seguenti possono essere usate sia nei momenti di preghiera individuale che di gruppo, sia per l’Italia che per i luoghi in cui viviamo.

1. Gen 4:10 Il SIGNORE disse: «Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra …” Eb 12:24 [ma voi vi siete accostati]a Gesù, il mediatore del nuovo patto e al sangue dell’aspersione che parla meglio del sangue d’Abele.” Padre riconosciamo la nostra colpa di aver sparso sangue nella nostra nazione. Confessiamo che la voce del sangue di molte persone sta gridando a Te da questa terra. Ci pentiamo di averla riempita con il sangue. Chiediamo che Tu la lavi con il sangue di Gesù, e che il sangue
dell’aspersione nei cieli parli a favore dell’ITALIA/della_______ (città, paese, regione), per portare perdono, guarigione e risanamento nella nostra terra.
2. Lev. 17:11 “Poiché la vita della carne è nel sangue. Per questo vi ho ordinato di porlo sull’altare per fare l’espiazione per le vostre persone; perché il sangue è quello che fa l’espiazione, per mezzo della vita.” Gen 9:5 “Certo, io chiederò conto del vostro sangue, del sangue delle vostre vite; ne chiederò conto a ogni animale; chiederò conto della vita dell’uomo alla mano dell’uomo, alla mano di ogni suo fratello.” Dio Padre, l’Autore della Vita, riconosciamo e confessiamo che abbiamo trattato la vita con poco rispetto. Chiediamo il Tuo perdono e Ti preghiamo di ristabilire in noi il rispetto per la vita e che possiamo trattare le persone come creature che portano il Tuo respiro che da vita. Tu che sei la nostra giustizia, Ti preghiamo di guidare i nostri governanti a prendersi la loro
responsabilità riguardo allo spargimento di sangue ed aiutaci ad accettare ancora la responsabilità che abbiamo verso la vita.
3. Nu 35:33 “Non contaminerete il paese dove sarete, perché il sangue contamina il paese; non si potrà fare per il paese alcuna espiazione del sangue che vi sarà stato sparso, se non mediante il sangue di colui che l’avrà sparso.” Padre, riconosciamo e confessiamo la colpa dei delitti di sangue nella nostra terra causati da guerre, da omicidi e da incidenti. Ti chiediamo di avere misericordia e di perdonarci per aver contaminato il paese. Ti chiediamo di accettare le nostre preghiere e di guarire il nostro paese. Inoltre, riconosciamo e confessiamo che il sangue versato dalle generazioni passate non è stato rimosso ed a causa di questo lo spargimento di sangue chiama altro spargimento di sangue nel nostro paese. Ti preghiamo, nella Tua misericordia, di spezzare questo ciclo per la potenza del sangue di Gesù Cristo.
4. Le 17:10 «”Se un uomo della casa d’Israele, o uno degli stranieri che abitano in mezzo a loro mangia qualsiasi genere di sangue, io volgerò la mia faccia contro la persona che avrà mangiato del sangue, e la toglierò via dal mezzo del suo popolo.” Sal 16:4 “I dolori di quelli che corrono dietro ad altri dèi saran moltiplicati; io non offrirò le loro libazioni di sangue, né le mie labbra proferiranno i loro nomi. Padre, noi confessiamo e ci pentiamo per ogni
volta in cui del sangue è stato bevuto o mangiato nel nostro paese, sia che questo sia avvenuto per adorare falsi dei, spiriti, antenati o qualsiasi altro essere, in cerimonie di iniziazione, sia a causa di cibi e tradizioni culturali del nostro paese.
5. Sal 106:38 “e sparsero il sangue innocente, il sangue dei propri figli e delle proprie figlie, che sacrificarono agl’idoli di Canaan; e il paese fu profanato dal sangue versato”. Dio Padre, riconosciamo e confessiamo che siamo colpevoli di aver sparso sangue innocente sugli altari del benessere e di mammona attraverso l’uccisione di neonati mediante l’aborto. Ti preghiamo di perdonare l’ITALIA /_______ (città, paese, regione )per aver legalizzato questo peccato. Abbi misericordia della nostra nazione.

6. Giudic 9:23 ” Poi Dio mandò un cattivo spirito fra Abimelec e i Sichemiti; e i Sichemiti non furono più fedeli ad Abimelec, Giudic 9:24 affinché la violenza fatta ai settanta figli di Ierubbaal ricevesse il suo castigo e il loro sangue ricadesse sopra Abimelec, loro fratello, che li aveva uccisi, e sopra i Sichemiti che lo avevano aiutato a uccidere i suoi fratelli.” Nostro Redentore, Tu che vendichi il sangue, per favore rimuovi dalla nostra nazione
ogni spirito cattivo che può portare le persone a chiedere vendetta per lo spargimento di sangue. Tu hai vendicato ogni spargimento di sangue su Gesù Cristo quando Egli ha portato i nostri peccati sulla croce. Per favore porta conforto e guarigione a coloro che hanno perso i propri cari in conflitti, lotte e guerre, e rimuovi dai nostri cuori l’amarezzae l’odio verso i colpevoli, affinché possiamo perdonare.
7. Gen 4:10” Il SIGNORE disse: «Che hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra. Ora tu sarai maledetto, scacciato lontano dalla terra che ha aperto la sua bocca per ricevere il sangue di tuo fratello dalla tua mano. Quando coltiverai il suolo, esso non ti darà più i suoi prodotti e tu sarai vagabondo e fuggiasco sulla terra». Padre, tu che sei Colui che ripristina tutte le cose, per favore rimuovi la maledizione dello spargimento di sangue dall’ITALIA/_______ (città, paese, regione), affinché la terra possa dare il suo raccolto e manda la pioggia d’autunno e di primavera, secondo la Tua promessa in 2 Cronache 7:14. Nel nome di Gesù cristo Ti chiediamo di rimuovere ogni alienazione che possa rendere le persone irrequiete, agitate e instabili. Dacci la Tua pace e la Tua stabilità per questa nazione.
8. Eb 9:22 “Secondo la legge, quasi ogni cosa è purificata con sangue; e, senza spargimento di sangue, non c’è perdono.” Signore, confessiamo che quando commemoriamo spargimenti di sangue (attraverso cerimonie, monumenti) nel nostro paese, i nostri cuori sono riempiti di amarezza e odio verso coloro che ci hanno ferito o hanno ucciso le nostre famiglie e, anziché estendere perdono, accusiamo e chiediamo vendetta. Ora noi scegliamo di perdonare coloro che ci hanno causato dolore, così come Tu ci hai perdonato attraverso il sangue di Gesù.
9. Abac 2:12” Guai a colui che costruisce la città con il sangue e fonda una città sull’iniquità!” Daniele 9:8 O Signore, a noi la confusione della faccia, ai nostri re, ai nostri prìncipi e ai nostri padri, perché abbiamo peccato contro di te”. Re di Giustizia, confessiamo che molte nostre città furono fondate sull’ingiustizia, lo spargimento di sangue ed il crimine. Sin dalla fondazione di questa nazione, uomini in posizioni di influenza hanno usato il loro potere per spargere sangue. Ci vergogniamo di questo peccato. Ti preghiamo di rimuovere le fondamenta insanguinate della nostra nazione, città e paesi e di gettare nuove fondamenta basate sull’espiazione di Gesù Cristo e sul pentimento.
10.Is 1:15-16 “Quando stendete le mani, distolgo gli occhi da voi; anche quando moltiplicate le preghiere, io non ascolto; le vostre mani sono piene di sangue. Lavatevi, purificatevi, togliete davanti ai miei occhi la malvagità delle vostre azioni; smettete di fare il male.”
Gioe 3:21 “Io vendicherò il loro sangue, quello che non ho ancora vendicato». E il SIGNORE dimorerà in Sion.” Signore, Tu hai promesso di ascoltare dal cielo quando ci umiliamo, cerchiamo la Tua faccia e ci allontaniamo dalle nostre vie malvagie. Ti preghiamo di ascoltare le nostre preghiere e di non nasconderci più il Tuo volto. Libera l’ITALIA/_______ (città, paese, regione) da ogni colpa di spargimento di sangue; da quello commesso dai primi abitanti che hanno offerto sacrifici ad altri dei al sangue versato sugli altari illegittimi di oggi (ogni sacrificio ad idoli sia dell’occulto che culturali); sangue versato a causa delle guerre di conquista, delle invasioni subite, delle guerre di indipendenza, delle guerre di potere tra diverse città e stati italiani, dai movimenti di resistenza contro i regimi dittatoriali, sangue sparso a causa di omicidi, aborti, incidenti, suicidi, povertà e ingiustizie. Che questa terra possa ricevere la Tua guarigione, purificazione, salvezza ed essere ristabilita. Amen.
11. Sal 51:12 “Rendimi la gioia della tua salvezza e uno spirito volenteroso mi sostenga.” Nostro Salvatore, noi gioiamo nella potenza del Tuo nome. Tu fai ogni cosa per bene. Tu sei il re di Pace, Colui che governa con giustizia, che ripristina tutte le cose, il Padre degli orfani ed il Difensore delle vedove. Noi gioiamo in Te. Possa il Tuo Nome essere glorificato in ITALIA/_______ (città, paese, regione) e possano tutti i popoli riconoscere e lodare il Tuo Nome. Celebriamo la Tua grande bontà e la Tua giustizia.

Immoralità Sessuale

La degradazione del genere umano a causa di una sessualità perversa è descritta in Romani 1:24-32. L’effetto ultimo è l’odio dell’uomo verso Dio ed il giudizio (v.32) di morte che ne consegue. L’immoralità, come peccato, è descritta in Levitico 18:6-23 e comprende situazioni come l’incesto nella famiglia, relazioni sessuali durante il periodo mestruale, adulterio, omosessualità, bestialità e prostituzione. Nel Nuovo Testamento l’apostolo Paolo descrive l’immoralità sessuale come peccato contro il proprio corpo (1 Cor. 6:18). Levitico 18:27-29
afferma che l’immoralità sessuale è una delle cause per cui il popolo perde la propria terra. Altre conseguenze dell’immoralità sessuale su di un paese sono: la riduzione della durata della vita dell’uomo, perdita di autorità spirituale, brama di potere, mancanza di uno spirito di servizio, mancanza di umiltà ed una brama sessuale che apre la porta all’oppressione demoniaca. In Matteo 5:28, Gesù afferma che anche se intratteniamo pensieri immorali nei nostri cuori, abbiamo già commesso adulterio. Non è, quindi, solo l’atto di immoralità sessuale
che causa corruzione, ma anche l’inquinamento dei nostri pensieri attraverso la pornografia e i media. In 1 Corinzi 5, Paolo avverte esplicitamente che la chiesa non dovrebbe tollerare l’impurità sessuale tra i propri membri e in Romani 1, afferma che il giudizio non verrà solo su coloro che commettono questi atti, ma anche su coloro che approvano coloro che li commettono.

Se guardiamo alla nostra nazione nel contesto di ciò che la Bibbia dice riguardo all’immoralità sessuale, allora siamo colpevoli davanti a Dio di aver permesso che questo peccato si diffondesse e contaminasse la nostra società. Gli unici che possono andare davanti a Dio per chiedere la purificazione e la guarigione delle nostre famiglie, matrimoni e società, sono coloro che sono in relazione con Dio Padre attraverso Gesù Cristo e che hanno rimosso ogni impurità sessuale dalla propria vita.

Preghiere Riguardanti l’Immoralità Sessuale

Le preghiere seguenti possono essere usate sia nei momenti di preghiera individuale che di gruppo, sia per la nostra nazione che per la nostra città o paese.

1. Lev. 18:6 Nessuno si avvicinerà a una sua parente carnale per avere rapporti sessuali conlei. Io sono il SIGNORE” Padre, confessiamo il peccato di incesto davanti a te. Riconosciamo che non abbiamo trattato i membri della nostra famiglia con rispetto per quanto riguarda la sessualità. Ti preghiamo di purificare le famiglie, di portare guarigione alle vite spezzate e di ripristinare la purezza sessuale nelle relazioni famigliari. Ti preghiamo di guarire i nostri ricordi ed emozioni danneggiati da questo tradimento.
2. Lev. 18:20 Non avrai relazioni carnali con la moglie del tuo prossimo per contaminarti con lei.” Matteo 5:27,28 Voi avete udito che fu detto agli antichi: “Non commettere adulterio”. Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.” Dio fedele, riconosciamo e confessiamo che l’Italia (_______ oppure città) è colpevole di adulterio. Ti chiediamo di perdonare la nostra infedeltà, anche quella che è solo nei nostri cuori. Ti preghiamo di guarire i matrimoni e di aiutarci ad diventare fedeli alle nostre promesse.
3. Lev. 18:22 “Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna: è cosa abominevole.” Rom. 1:26,27 Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami: infatti le loro donne hanno cambiato l’uso naturale in quello che è contro natura; similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento”. Padre Santo, confessiamo davanti a Te
il peccato di omosessualità e lesbismo della nostra nazione. Comprendiamo da Romani 1 che questo succede nel nostro paese perché non abbiamo glorificato il Te come Creatore Ti chiediamo di perdonare l’uso innaturale delle relazioni sessuali per soddisfare la nostra concupiscenza. Ti preghiamo di guarire e liberare coloro che sono legati da questo peccato e di aiutarci ad essere gli uomini e le donne che Tu hai creato per la Tua gloria.
4. Lev. 18:23 Non ti accoppierai con nessuna bestia per contaminarti con essa; la donna non si prostituirà a una bestia: è una mostruosità.” Creatore del cielo e della terra, Ti chiediamo di perdonarci per le pratiche detestabili di bestialità che avvengono nel nostro paese. Ci vergogniamo del modo in cui la nostra nazione ha rigettato i Tuoi principi. Confessiamo davanti a te anche il peccato di sesso rituale nel Satanismo, nelle pratiche occulte e nelle tradizioni culturali legate alla fertilità. Ti preghiamo di sgridare lo spirito di perversità nella nostra nazione e di purificarci dall’impurità sessuale
5. Gerem. 3:2,3 «Alza gli occhi verso le alture, e guarda. Dov’è che non ti sei prostituita? Tu sedevi per le vie ad aspettare i passanti, come fa l’Arabo nel deserto, e hai contaminato il paese con le tue prostituzioni e con le tue malvagità. Perciò le grandi piogge sono state trattenute e non c’è stata pioggia di primavera; ma tu hai avuto una fronte da prostituta e non hai voluto vergognarti.” Dio Santo, confessiamo davanti a Te il peccato della prostituzione. Ti chiediamo perdono per aver venduto i nostri corpi e
contaminato il Tuo tempio. Liberaci dallo spirito di prostituzione e guarisci e ripristina coloro che sono stati costretti o hanno scelto di essere coinvolti in queste pratiche. Ti preghiamo di convincere di peccato coloro che usano uomini e donne per arricchirsi. Confessiamo anche il nostro coinvolgimento e la nostra tolleranza delle diverse forme di tentazione sessuale e pornografia attraverso media e computer. Ti preghiamo di purificarci da ogni impurità sessuale e di riversare il Tuo Spirito di santità su di noi.
6. Lament. 5:1, 11, 15 “Ricòrdati, SIGNORE, di quello che ci è avvenuto! Guarda e vedi la nostra infamia! … Essi hanno disonorato le donne a Sion le vergini delle città di Giuda. … La gioia è scomparsa dai nostri cuori, le nostre danze sono mutate in lutto.” Signore Iddio, nostro Rifugio, la gioia se n’è andata da molti cuori a causa delle molestie e delle violenze sessuali. Riconosciamo che nessuno nel nostro paese è al sicuro da questo abuso. Ti chiediamo perdono perché si permette allo spirito di concupiscenza di operare liberamente e per la nostra apatia nei suoi confronti. Ti preghiamo di liberarci e di esporre le opere delle tenebre che causano devastazione alle persone nel nostro paese. Porta guarigione a coloro contro cui è stato commesso questo peccato, convinci di
peccato i colpevoli e portali alla giustizia e salvezza in Cristo.
7. Ebrei 10:22 “avviciniamoci con cuore sincero e con piena certezza di fede, avendo i cuori aspersi di quell’aspersione che li purifica da una cattiva coscienza e il corpo lavato con acqua pura.” Dio Santo e Puro, abbiamo bisogno che il sangue di Gesù purifichi le nostre anime ed i nostri corpi da ogni impurità dovuta all’immoralità sessuale. Ti preghiamo di ristabilirci perché possiamo essere quella Sposa che Tu desideri che siamo. Ti offriamo i nostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Te, come nostro culto spirituale. Insegnaci ad onorarci e servirci umilmente gli uni gli altri, senza brama di potere o di autorità al di fuori di Te. Rendici il Tuo favore in questo paese.

Rottura di patti/Accordi/Trattati

Il Dio della Bibbia ha rivelato Sé stesso all’umanità come un Dio del Patto. Per Adamo ed Eva Egli era Elohim, il Creatore; ad Abrahamo apparve come El-Shaddai, l’Onnipotente; a Mosé si presentò come YHWH, “Io Sono” ed infine si è rivelato come il Salvatore (Messia), Gesù Cristo. Dio non ha mai rotto il Suo patto con l’umanità, ma in Genesi 3 leggiamo come Adamo ed Eva, rappresentanti dell’umanità, hanno rotto, attraverso la loro disubbidienza, il patto che avevano con Dio. Hanno pagato un prezzo molto caro per questa disubbidienza e l’umanità è stata costretta a vivere al di fuori della presenza manifesta di Dio guadagnandosi da vivere con sudore e lavoro duro. Ogni volta che Dio ha fatto un patto con l’uomo, ha aggiunto ulteriori benedizioni, ma ha anche definito in modo chiaro i principi che si aspettava da noi. Se avessimo scelto ciò che era contrario al Suo patto, allora la nostra eredità sarebbe stata l’opposto della benedizione, cioè la maledizione. Così come Egli è fedele al Suo patto, si aspetta che noi, che siamo stati fatti a Sua immagine, siamo fedeli ai patti che facciamo. Ogni persona sposata ha fatto un patto con il proprio partner di restargli/le fedele per la vita. Il divorzio e l’infedeltà matrimoniale rompono il patto. C’è un patto sottinteso nelle famiglie in base al quale il padre e la madre si prendono cura dei propri figli. Molte famiglie problematiche hanno sofferto perché questo patto sottinteso è stato spezzato. C’è anche un patto sottinteso tra un governo ed i cittadini di una nazione. Quando le leggi che governano la nazione favoriscono alcuni e causano ingiustizia ad altri, questo patto viene rotto.

Le conseguenze del mancato rispetto dei patti sono descritte nella Bibbia in modo molto chiaro. La terra è contaminata e soffre (Is. 24:5,6), il suolo è maledetto (Gen. 3:17), e ci possono essere carestie, guerre e malattie a causa di questo peccato.

Al tempo di Giosuè (Giosuè 9) gli Israeliti fecero un patto con una nazione che viveva nella terra di Canaan, i Gabaoniti, che non li avrebbero distrutti. Trecentoottanta anni dopo, Saul, il primo re d’Israele, nel suo zelo per Israele e Giuda, ruppe questo patto che Giosuè aveva fatto. A causa di questo Dio fece venire una carestia in Israele verso la fine del regno di Davide (2 Sam.21). Quando Davide interrogò l’Eterno riguardo alla carestia, Dio disse che era un giudizio su Israele a causa della decisione del suo predecessore di rompere il patto. In Ezechiele 14:13 e 21, Dio spiega al profeta che se una nazione persiste nella sua infedeltà contro di Lui (rompendo il patto che Dio ha con l’umanità), le conseguenze possono essere gravi: spada (guerre), carestie, bestie feroci (disastri naturali), pestilenze (malattie). Alla luce di questa rivelazione, dobbiamo guardare alle nostre società e discernere quello che sta avvenendo. Può essere che Dio ha permesso alcuni dei Suoi giudizi a causa della continua infedeltà della nazione/i? cosa possiamo dire di epidemie come l’AIDS, il colera, la malaria, l’afta epizootica? Dio è sempre il Dio della Bibbia. Anche se stiamo vivendo nel tempo della grazia, abbiamo ancora bisogno di andare al Trono della Grazia (Ebr. 4:16) per trovare misericordia nel tempo del bisogno. Al Trono della Grazia incontreremo il nostro Sommo Sacerdote, Gesù Cristo, che agisce come Avvocato a nostro favore ed intercede per noi, riguardo ai peccati del nostro paese. Chiediamogli di riversare il perdono sulle nostre nazioni riguardo ai patti spezzati.

Preghiere Riguardanti i Patti/Trattati Rotti

1. Is. 24:5-6 La terra è profanata dai suoi abitanti, perché essi hanno trasgredito le leggi, hanno violato il comandamento, hanno rotto il patto eterno. Perciò una maledizione ha divorato la terra e i suoi abitanti ne portano la pena; perciò gli abitanti della terra sono consumati e poca è la gente che ne è rimasta.” Padre, grazie per Gesù che ha aperto la via e grazie che, attraverso il Suo sangue, possiamo venire davanti a Te. Grazie per il sangue di Gesù, il Nuovo Patto e le promesse di perdono dei peccati. Dio Fedele al Patto, veniamo davanti al Tuo trono della grazia perché abbiamo bisogno di aiuto. Riconosciamo e confessiamo che in Italia (o _____città) abbiamo violato, rotto il patto con Te e gli uni con gli altri. Confessiamo che, come nazione, non abbiamo sempre vissuto secondo i Tuoi comandamenti. Noi e i nostri padri abbiamo deviato dalle Tue vie e seguito quello che i nostri cuori ci dettavano che, molte volte, erano vie ingiuste. Ti preghiamo di perdonarci e di rimuovere la maledizione che è venuta su di noi e sul nostro paese a causa della nostra disubbidienza.

2. 2 Sam. 21:1-14 Dio del Patto, confessiamo che siamo colpevoli di aver rotto i patti gli uni con gli altri. Nella storia del nostro paese abbiamo fatto accordi fra di noi, ma poi non li abbiamo rispettati e li abbiamo violati usando inganni e bugie e, a volte, anche spargimento di sangue. Ti chiediamo che il sangue di Gesù cancelli la maledizione sul nostro paese causata da questi patti rotti. Porta guarigione e riconciliazione tra i diversi gruppi etnici, tra il nord e il sud affinché possiamo accettarci e benedirci gli uni gli altri e benedire le nazioni dal mondo attraverso la riconciliazione. Ti preghiamo di far sorgere Case di Preghiera multi-etniche in Italia (________ o città) che staranno in accordo davanti al Tuo trono a chiedere che la Tua volontà sia fatta.

3. Isaia 10:2 Guai a quelli che fanno decreti iniqui e a quelli che mettono per iscritto sentenze ingiuste, per negare giustizia ai deboli, per spogliare del loro diritto i poveri del mio popolo, per far delle vedove la loro preda e degli orfani il loro bottino!” Leggi e pratiche ingiuste Padre, confessiamo le leggi ingiuste della nostra generazione e di quelle precedenti. Confessiamo e ci pentiamo delle leggi che hanno permesso alle persone di essere derubate dei propri diritti basilari. Confessiamo e ci pentiamo per le leggi che erano, e sono tuttora, prevenute nei confronti di uno o più gruppi etnici ed hanno causato discriminazione e odio tra gruppi etnici diversi. Confessiamo e ci pentiamo di leggi che hanno disumanizzato e umiliato le persone. Confessiamo e ci pentiamo delle leggi che hanno allontanato persone dalle loro terre e proprietà. Confessiamo e ci pentiamo che hanno fatto ingiustizia agli stranieri in Italia. Confessiamo e ci pentiamo delle pratiche anti-semitiche del passato e del presente. Confessiamo e ci pentiamo delle leggi che sono in diretta opposizione alla Tua Parola: legalizzazione dell’aborto, delle lotterie, delle scommesse. Confessiamo e ci pentiamo delle leggi ingiuste che hanno causato lo spargimento di sangue innocente. Confessiamo e ci pentiamo delle leggi che hanno tradito la fiducia delle persone in Te. (Seguite la guida dello Spirito Santo mentre pregate per questo problema).

4. Malach.2:16 «Poiché io odio il ripudio», dice il SIGNORE, Dio d’Israele; «chi ripudia copre di violenza la sua veste», dice il SIGNORE degli eserciti. Badate dunque al vostro spirito e non siate sleali. Dio Fedele, riconosciamo e confessiamo davanti a Te la nostra colpa per il divorzio nel nostro paese. Così tante famiglie sono state spezzate e vite sono state distrutte a causa di questo peccato. Ti preghiamo di perdonare la nostra infedeltà ed il nostro egoismo nel non rispettare i patti matrimoniali ed i voti che abbiamo pronunciato. Ti preghiamo di ristabilire i matrimoni, le relazioni spezzate e le famiglie e di guarire i cuori di coloro che sono stati feriti e soffrono. Aiutaci ad essere fedeli, a servirci e stimarci gli uni gli altri ed a resistere alle tentazioni che vengono contro di noi. Ti preghiamo di ristabilire i padri nella loro funzione di sacerdoti della propria famiglia e di portare le madri ed i figli sotto la protezione del capo della famiglia.

5. Osea 4:1-3 Ascoltate la parola del SIGNORE, o figli d’Israele. Il SIGNORE ha una contestazione con gli abitanti del paese, poiché non c’è verità, né misericordia, né conoscenza di Dio nel paese:  «Si spergiura, si mente, si uccide, si ruba, si commette adulterio; si rompe ogni limite e si aggiunge sangue a sangue.  Per questo il paese sarà in lutto, tutti quelli che lo abitano languiranno e con loro gli animali della campagna e gli uccelli del cielo; perfino i pesci del mare spariranno.” Padre, confessiamo davanti a Te le molte ingiustizie nella nostra società. Confessiamo e ci pentiamo perché si impreca, bestemmia e maledice, si mente e si ruba nel nostro paese. Confessiamo e ci pentiamo dell’illegalità e sregolatezza della nostra società. Confessiamo e ci pentiamo dei molti modi in cui le leggi del nostro paese vengono violate attraverso la negligenza, noncuranza, sconsideratezza, irresponsabilità, e disprezzo della legge. Confessiamo e ci pentiamo nella incuria verso alcuni settori della società, specialmente degli anziani e dei bambini. Confessiamo e ci pentiamo dell’apatia verso coloro che soffrono di povertà e malattie. Confessiamo e ci pentiamo che non diamo alla Tua chiesa le offerte e le decime che permetterebbero di prendersi cura di coloro che sono nel bisogno. Confessiamo e ci pentiamo di ricercare il nostro benessere prima di prenderci cura di coloro che ci stanno intorno. Ti chiediamo di ripristinare la nostra “vista” per vedere ciò che Tu vedi nella nostra società, per sentire con il Tuo cuore ed aiutare con il Tuo aiuto. Aiutaci a prenderci la responsabilità verso coloro che hanno bisogno e di nutrirli e vestirli secondo la Tua Parola. Che la Chiesa possa veramente rappresentare Te.

Padre, noi che siamo il Tuo corpo, vogliamo prenderci la responsabilità per l’Italia di pregare per il Governo, di parlare a nome Tuo. Ti preghiamo di darci coraggio per prendere posizione contro ciò che è sbagliato e parlare a favore di ciò che è giusto, a favore di coloro che sono oppressi e calpestati. Ti preghiamo di liberare l’Italia dalla colpa dell’ingiustizia, dei patti violati e delle relazioni rotte. Purificaci con il sangue di Gesù e porta guarigione e ristoro alla nostra nazione. Ti chiediamo di rimuovere la maledizione dal nostro paese e far si che la terra produca ancora il suo frutto.

Idolatria

L’idolatria è un peccato contro Dio stesso. Egli lo paragona all’adulterio spirituale. Vuol dire adorare qualcosa o qualcuno al di fuori di Dio, così come Egli si è rivelato nella Bibbia, oppure mettere la propria fiducia in qualcun altro anziché in Lui. E’ questo peccato che ha fatto sì che Dio mettesse questa legge nei 10 Comandamenti: “Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l’iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano…” (Esodo 20:5).

Il Dio della Bibbia è di gran lunga al di sopra di ogni altro dio adorato dai popoli e dalle nazioni. E’ santo, onnipotente e vive in una luce ineguagliabile. In Lui non c’è alcun inganno o traccia di tenebra; è puro e degno di fiducia; è fedele e tiene fede alla parola data. E’ buono; è l’unico Dio che ha sacrificato Sé Stesso per dare la possibilità alle persone di adorarlo. E’ l’unico Dio che ha pagato il prezzo per le persone, per benedirle con la salvezza e la vita eterna. E’ l’unico Dio che vive al di fuori del tempo, dello spazio e della storia. Egli è l’Inizio e la Fine. Possiamo affidargli le nostre vite. In Lui c’è vita, abbondanza di gioia, sicurezza, conforto e amore e tutte le promesse del Suo patto. E’ degno di essere il Dio di tutta la terra. Non c’è assolutamente nulla che possa essere paragonato a Lui. Che insulto adorare qualcosa o qualcuno al di fuori di Lui, sostituire Dio ed il Creatore dell’universo con un dio falso.

Un idolo è qualunque cosa usata come oggetto di adorazione al posto del vero Dio. Tra i primi oggetti di adorazione , considerati come simboli della divinità che rappresentano, vi erano le pietre delle meteoriti, che gli antichi credevano fossero immagini di dei mandate dal cielo (es. la pietra nera che viene adorata nella Kaaba alla mecca). Altre immagini includono colonne sacre erette in luoghi di prominenza (es. obelischi presso i monumenti), pietre (es. pietre naturali adorate come dee oppure pietre erette, tagliate dalle rocce), alberi (es. Baobab o pali eretti per rappresentare alberi), il sole, la luna, le stelle, lo zodiaco, monumenti dove vengono posti fiori o versate libagioni), immagini che rappresentano forze spirituali (es. totem animali di nazioni africane, maschere, scudi, gioielleria, tattoo, ecc.)

L’idolatria comprende anche idee e ideologie innalzate nei cuori degli uomini che vanno contro la conoscenza della Parola di Dio (2 Cor. 10:5). Queste includono l’adorazione dell’uomo (es. umanesimo o l’adorazione degli eroi), avidità (materialismo), idealismo (es. Comunismo), nazionalismo, patriottismo (quando la nazione diventa più importante delle vie di Dio) e sistemi religiosi che negano la Parola di Dio che dichiara: “In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati». (Atti 4:12).

Dio ha dato istruzioni specifiche riguardo la questione dell’idolatria. Ha ordinato di non fare alcuna immagine da adorare (Esodo 20:4) e ha detto chiaramente di non adorarLo attraverso un’immagine (Deut. 4:16-19), di non pronunciare nemmeno il nome di un altro dio (Esodo 23:13). E’ stato esplicito nel dire che non deve essere sacrificato alcun cibo ad altri dei (Esodo 34:14; Atti 21:25; 1 Cor. 8:4-13, 1 Cor. 10:19-21). Dio ha anche avvisato della maledizione che può venire su di noi se osiamo portare un’immagine o un oggetto, che viene adorato o usato nell’adorazione di altri dei, nella nostra casa come decorazione (Deut. 7:25-26). Dio ha condannato ogni forma di comunicazione con il mondo spirituale al di fuori di Lui, specialmente attraverso medium e spiriti familiari (Lev. 20:6), idoli, talismani o maghi, comprese streghe e stregoni (Is. 19:3, Ezech. 13:18,23). L’immagine o l’oggetto usato nell’adorazione di dei falsi o di spiriti di religioni alternative possono essere fatti solo di legno, pietra o metallo, ma siccome queste cose sono state dedicate ad adorare qualcosa al di fuori di Dio, diventano un oggetto contaminato nell’adorazione di demoni (1 Cor. 10:19-20) e Dio non è impressionato con tali oggetti in Sua presenza (Ezech. 8:9-10).

Ogni volta che le persone hanno adorato degli idoli, hanno respinto Dio. Egli dice chiaramente che tutti gli uomini lo conoscevano ma hanno scelto di servire dei falsi (Rom. 1). Quando una nazione ha persistito nell’infedeltà verso Dio, adorando gli dei delle nazioni, allora Dio ha rimosso il Suo favore da loro ed ha portato il giudizio attraverso guerre, carestie, disastri ecologici o peste. Dio aveva ordinato ad Israele di demolire tutti gli altari e le immagini di dei falsi e distruggere completamente le tracce di questo tipo di adorazione dalla loro cultura (Deut. 12:3). Poiché Israele ha mancato di ubbidire in questo è stato preso al laccio da altri dei e come nazione è caduto sotto la maledizione di Dio (Giudici 2:2).

Una delle prime occasioni in cui Dio giudicò l’umanesimo fu in Genesi 11, quando gli uomini che si erano riuniti a Babele per farsi un nome furono dispersi sulla faccia di tutta la terra. Dio ci ammonisce ripetutamente di non porre la nostra fiducia nei nostri piani o nei piani dell’uomo (Salmo 33:10; Isaia 30:1; Ger. 18:12; Rom. 12:1-2) ma di rivolgerci a Lui per ricevere consiglio.

Preghiere Per l’Idolatria

Padre, Tu Ti sei rivelato al tuo popolo Israele come YHWH e hai dato il nome di Gesù Cristo come l’Unico Nome in cielo e sulla terra attraverso cui gli uomini possono essere salvati e possono vedere ripristinata la loro relazione con Te. Ci inginocchiamo davanti al Tuo trono. Confessiamo che Tu sei l’unico Dio vero e Vivente, e che non c’è alcun dio all’infuori di te. Tu solo sei il Creatore di tutte le cose in cielo e sulla terra. Tu sei il Santo, il Dio Onnipotente davanti al Quale ogni ginocchio si piegherà ed ogni lingua confesserà che Gesù Cristo è il Signore. Riconosciamo Te quale nostro Dio e ci sottomettiamo a Te e alle Tue vie. Ti ringraziamo per il sangue di Gesù Cristo che parla in cielo del Nuovo Patto. Riconosciamo la nostra colpevolezza per l’idolatria nella nostra nazione (città, paese). Confessiamo e ci pentiamo delle varie forme di idolatria in cui noi e i nostri padri siamo stati coinvolti. Ti chiediamo di avere misericordia e di perdonarci nel nome di Gesù. Ci dispiace di averti rifiutato come nostro Dio e di aver piegato le nostre ginocchia davanti ad altri dei. Perdonaci e volgi il Tuo volto verso l’Italia (città, paese).

1.    Padre riconosciamo e confessiamo che noi e i nostri padri siamo stati infedeli e ci siamo inchinati davanti ad altri dei nella nostra nazione. Abbiamo permesso ai nostri cuori di essere sedotti dagli dei di materialismo, avidità, benessere e tradizione. Ci pentiamo di non esserci presi cura dei poveri, ma di aver ammassato beni per noi stessi. Confessiamo e ci pentiamo per aver guardato alle ricchezze anziché a Te ed aver riposto la nostra fiducia nella dea fortuna e nel gioco d’azzardo per provvedere per noi, anziché fidarci di Te. Confessiamo che molti di noi sono arroganti, soddisfatti di sé stessi e vivono nel lusso e nei piaceri. Perdonaci per aver ignorato i bisogni di coloro che ci stanno attorno e dacci un cuore per il povero ed il bisognoso e la capacità di aiutarli. Ti preghiamo di perdonare la nostra infedeltà verso di Te e di purificaci con il sangue di Gesù, il nostro Sommo Sacerdote. Ci inginocchiamo davanti a Te che se l’unico degno di adorazione ed esprimiamo il nostro desiderio di tornare a Te come nazione, di conoscerTi come nostro Dio, di sottometterci alle tue vie.

2.    Padre riconosciamo e confessiamo l’idolatria che c’è nella nostra nazione. Confessiamo e ci pentiamo per tutti i luoghi in cui sono state erette immagini di altri dei e di persone che non glorificano il Tuo nome, delle colonne sacre, dell’adorazione di pietre e alberi, monti, colli, fiumi e di aver invocato gli spiriti della terra e delle acque. Riconosciamo che Tu sei l’unico vero Dio e non desideri essere adorato in questo modo. Ti chiediamo di perdonarci, di purificarci con il sangue di Gesù Cristo, Tuo Figlio, che è morto sulla croce per noi e di liberarci da questo peccato e da questi legami.

3. Deut. 7:25-26 Darai alle fiamme le immagini scolpite dei loro dèi; non desidererai e non prenderai per te argento né oro che è su di esse, affinché tu non rimanga preso al laccio; perché sono abominevoli per il SIGNORE tuo Dio. Non introdurrai cosa abominevole in casa tua, perché saresti votato allo sterminio come quella cosa; dovrai detestarla e aborrirla, perché è cosa votata allo sterminio. Signore Iddio, confessiamo e ci pentiamo per aver portato nelle nostre case le immagini di altri dei. Confessiamo e ci pentiamo di aver permesso alle nostre menti ed ai nostri pensieri di essere contaminati dalle immagini di altri dei attraverso la televisione ed i media. Ti preghiamo di purificarci con il sangue di Gesù e nel nome di Gesù resistiamo all’assalto dell’idolatria nei media nella nostra società. Ti chiediamo di liberaci da queste cose.

4. Padre, Tu sei Colui che ha fatto i cieli, il sole, la luna, le stelle ed i pianeti. Confessiamo e ci pentiamo per l’adorazione di sole, luna, stelle e pianeti. Ci pentiamo per aver usato questi corpi celesti creati da Te per predire il futuro e controllare le nostre vite. Perdonaci e liberaci da queste pratiche. Nel nome di Gesù cancelliamo tutte le predizioni fatte sulle nostre vite, le vite dei nostri figli e delle generazioni a venire. Preghiamo che il Tuo Spirito Santo porti convinzione di peccato, giustizia e giudizio nella nostra nazione.

5.    Padre confessiamo di aver interrogato medium e indovini riguardo al nostro futuro, anziché venire ad interrogare Te, il Dio Onnipotente.  Ci pentiamo di questo peccato e Ti chiediamo di perdonarci e di ripristinare la nostra relazione con Te. Confessiamo e ci pentiamo dei peccati della divinazione della magia, dell’interpretazione dei presagi (es. tarocchi, fondi del caffè/te, ecc.), della stregoneria, dei sortilegi nella nostra nazione. Ti preghiamo di perdonarci e di liberarci da questi legami attraverso il sangue di Gesù. Ti chiediamo che il Tuo Spirito Santo porti convinzione di peccato, di giustizia e di giudizio.

6.    Padre, confessiamo e ci pentiamo dei peccati di nazionalismo e patriottismo. Confessia-mo che abbiamo posto la nostra fiducia nella nostre vie per assicurarci il futuro di questa nazione e di aver considerato il nostro onore come Italiani più importante del Tuo Regno. Ci pentiamo di aver tolto gli occhi da Te e di aver posto la nostra fiducia nelle persone per salvarci. Perdonaci per aver permesso all’umanesimo, anziché a te ed alle Tue vie, di governare i nostri cuori.

7.    Padre, confessiamo e ci pentiamo per i molti modi in cui i nostri figli sono stati sacrificati agli “idoli” della droga, del sesso, dell’occulto e di mammona. Ti preghiamo di volgere i cuori dei padri e delle madri verso i figli ed i cuori dei figli verso i loro genitori e di ristabilire le case nel nostro paese come luoghi sicuri in cui i bambini possono crescere, imparare le Tue vie ed incontrarTi.

8. Isaia 28:15 Voi dite: «Noi abbiamo fatto alleanza con la morte, abbiamo fatto un patto con il soggiorno dei morti, quando l’inondante flagello passerà, non giungerà fino a noi perché abbiamo fatto della menzogna il nostro rifugio e ci siamo messi al sicuro dietro l’inganno».

Padre della Vita, confessiamo e ci pentiamo delle società segrete nel nostro paese, che hanno tenuto migliaia di persone in schiavitù. Preghiamo che Tu esponga le opere delle tenebre e le persone siano essere liberate. Confessiamo e ci pentiamo dell’adorazione di Satana nei rituali della Massoneria e delle cerimonie di iniziazione. Ti chiediamo di perdonarci e di liberarci dalla maledizione di morte causata dai giuramenti ed i voti fatti da molti dei nostri leader.

9.    Padre confessiamo e ci pentiamo dei molti rituali dell’occulto, come ad esempio il camminare sul fuoco, evocare gli spiriti ed i morti e delle pratiche sataniche fatte nel nostro paese. Ti preghiamo di esporre queste opere delle tenebre e di portare coloro che sono presi in questa rete alla libertà in Cristo Gesù. Ti chiediamo di riversare il Tuo Spirito Santo su di noi e di purificarci da tutte queste iniquità. Porta convinzione di peccato su coloro che sono coinvolti in queste pratiche nel nostro paese.

10. Signore confessiamo e ci pentiamo come Chiesa Italiana che molte persone non vogliono seguirTi perché non Ti abbiamo rappresentato correttamente. Vogliamo ravvederci e correggere le nostre vie e tornare a Te. Purificaci dalla nostra malvagità e dal nostro peccato.

11. El Shaddai, Dio Altissimo, perdonaci per il nostro orgoglio come italiani; ci vantiamo di essere una nazione che può guidare altre nazioni al successo, mentre non abbiamo nulla di cui vantarci. Abbiamo bisogno che Tu sia il nostro Dio. Perdonaci per questo falso senso di sicurezza e di fiducia nelle nostre vie.

Salmo 106:6,8 Noi e i nostri padri abbiamo peccato, abbiamo commesso iniquità e abbiamo fatto il male.  I nostri padri in Egitto non compresero le tue meraviglie, non si ricordarono del gran numero dei tuoi benefici e si ribellarono presso il mare, il Mar Rosso. Ciò nonostante il Signore li salvò per amore del suo nome, per far conoscere la sua potenza.” Padre, noi stiamo saldi sulle promesse del patto che Tu hai fatto nella Tua Parola. Abbiamo riconosciuto che abbiamo peccato, proprio come hanno fatto i nostri padri, e ci siamo pentiti della nostra malvagità. Salvaci Signore, per amore del Tuo nome. Volgi il Tuo volto sull’Italia (____città) e fa sì che possiamo ancora trovare favore davanti a Te. Mostraci qual è il tuo desiderio per l’Italia (_______ città) e per noi perché desideriamo seguire le Tue vie. Rimuovi da noi la maledizione dell’idolatria. Dichiariamo che vogliamo adorare solo Te. Ci sottomettiamo a Te come nazione (città) e Ti invitiamo a diventare il Dio dell’Italia (______ città). Padre, vieni e guarisci il nostro paese e fa di questa nazione (città) un luogo dove Tu dimori. Riversa il Tuo Spirito Santo su di noi e che il Tuo Nome sia esaltato in questo paese.

Dedicare il Paese al Signore

Dopo aver chiesto perdono a Dio possiamo pregare per dedicare la nazione, città, comunità al Signore.

  • Dichiariamo che non c’è altro Dio simile al nostro Dio, che mantiene il patto e la misericordia a coloro che camminano davanti a Lui con tutto il loro cuore. Che Egli governa su tutti i regni e le nazioni e nelle Sue mani c’è tutta la potenza.
  • Andiamo davanti a Lui come rappresentanti della Sua chiesa in Italia (______città/paese) nel nome di Gesù Cristo, con umiltà, ringraziandolo per il perdono che possiamo ricevere grazie al sacrificio di Gesù. Preghiamo che la Sua promessa in 2 Cronache 7:14 sia adempiuta, che ascolti dal cielo e faccia rispendere il Suo volto sulla nostra nazione/città/paese.
  • Dedichiamo a Dio la nostra nazione/città/paese ed invitiamolo a venire e dimorare in mezzo a noi. Chiediamogli di volgere i nostri cuori verso di Lui ed il Suo patto ed aiutarci a camminare nelle Sue vie, secondo i Suoi principi, e proteggerci dagli schemi del maligno.
  • Preghiamo che Dio porti guarigione, riconciliazione e restaurazione alla nostra nazione/città/paese e riversi il Suo Spirito Santo su di noi affinché possiamo ricevere potenza per essere Suoi testimoni e fare discepoli di tutti i popoli (Matt.28:18). Che Egli confermi la Sua Parola secondo la Sua promessa in Marco 16:16-18. Che mandi più operai nella Sua messe per portare guarigione e liberazione ed insegnare la Sua Parola ed i Suoi principi.
  • Nel Nome di Gesù apriamo le porte della nostra nazione/città/paese e sia rimosso ogni ostacolo all’avanzamento del Regno di Dio.

Preparazione Dei Gruppi e Luoghi Di Preghiera

Suggeriamo che si formino dei gruppi di preghiera per pregare per i peccati delle comunità anziché farlo individualmente. Sarebbe buono se potessero incontrarsi gruppi formati da credenti di denominazioni diverse e gruppi etnici diversi. Tuttavia, se questi gruppi non ci sono, non lasciatevi scoraggiare e trattenere dal cercare il Signore da soli. Suggeriamo anche che i gruppi visitino i luoghi in cui sono state commesse o vengono le offese per pregare sul posto, anziché farlo a casa o in chiesa. Il motivo per andare direttamente sul posto è di poter vedere la comunità attraverso gli occhi di Dio e chieder Gli di aiutarci a pregare con la Sua compassione mentre sperimentiamo le angosce, gli odori ed i suoni di quell’area. Questo da anche la possibilità di pregare faccia a faccia per le persone che vivono in quei luoghi.

Linee Guida Per Incontri Dei Gruppi Di Preghiera

  • Incontratevi a pregare il più presto possibile e fatelo almeno una volta alla settimana
  • Durante l’incontro passate almeno un’ora di lode e adorazione con canti e preghiere. Poi, durante l’ora successiva, aspettate che il Signore vi dia la Sua parola per la vostra area o città e chiedete Gli di rivelarvi per cosa dovete pregare. Pregate che le cose nascoste vengano portate alla luce (Ger. 33:3; Deut. 29:9; Giacomo 1:5)
  • Tenete un diario di preghiera. Scrivete i passi, le visioni, i sogni o le profezie ricevute. Condividetele gli uni con gli altri durante gli incontri. Tenete solo quelle per cui c’è chiarezza e unanimità di opinioni. E’ molto importante usare il discernimento. Non reagite a tutto ciò che ricevete, prima esaminatelo alla luce della Parola di Dio e con altri intercessori.
  • Cominciate a leggere i giornali locali ed ascoltare le notizie regionali. Tenete occhi e orecchie spalancate ed iniziate a pregare per questioni che sono al momento nei notiziari. Chiedete al Signore di rivelare le radici di alcuni dei frutti spirituali (divorzio, abuso, crimine, ecc.) nella vostra area.
  • Visitate i luoghi in chi ci sono state o vengono commesse le offese nella vostra area ed attorno ad essa e chiedete al Signore di rivelarvi il Suo cuore riguardo alle situazioni.
  • Pregare giornalmente per la vostra preparazione personale per partecipare agli incontri: Salmo 51; Dan. 9:1-9; Nehem. 1:9; Efes. 1:17-23; 3:9:21; 6:10-20; Fil. 2:3-18.
  • Fate attenzione che il gruppo di preghiera non diventi un gruppo di pettegolezzi. Non parlate delle persone e del loro coinvolgimento nel peccato, ma pregate piuttosto riguardo alla cosa e chiedete al Signore di attirare queste persone a Sé.
  • Una volta che ci si è occupati dei peccati delle vostre comunità, chiedete al Signore di purificare le vostre menti e la vostra memoria. Mantenetevi focalizzati sul Signore non sul peccato.
  • Non condividete con chiunque quello che Dio vi rivela in preghiera. Siate discreti nel condividere informazioni sulle persone (es. chi sono quelli che fanno uso di droga). Quando Dio vi da fiducia dandovi queste informazioni, si fida che voi stiate sulla breccia per queste persone, non che le ferite e distruggete. Lasciate che sia Dio a giudicare.

Preghiera sul posto

Ricordatevi che il motivo per cui si prega nei luoghi in cui sono state o vengono commesse le offese è principalmente quello di portare la compassione nei nostri cuori quello che il peccato ha fatto a noi e a Dio. Non è più efficace pregare in questi posti piuttosto che a casa. Ricordatevi anche che siamo in una battaglia spirituale e stiamo combattendo in una dimensione spirituale. Non possiamo, a questo punto, demolire alcun oggetto, monumento,  immagine, ecc. a meno che non appartengono a voi o abbiate ricevuto permesso dalle autorità di farlo. Con questa iniziativa portiamo il pentimento a Dio. NON siamo all’offensiva. Ci stiamo occupando del peccato delle nostre comunità davanti a Dio. NON ci preoccupiamo dei principati e delle potenze che “governano” sopra un’area , ma rimuoviamo il loro appiglio attraverso il pentimento. Dio ci mostrerà quando è giunto il tempo per il resto.

  • Trovate i luoghi in cui sono avvenute le offese contro Dio
  • Visitate prima il luogo per “spiare” l’area. Scoprite quante persone possono entrare, quanto eventualmente costa l’entrata, se è necessario fare un’escursione a piedi per arrivarci e quali possibilità ci sono di pregare sul posto. Non disperatevi se non vi è possibile pregare sul posto (es. templi di altri dei), cercate un posto che sia abbastanza vicino e pregate lì.
  • La maggior parte dei luoghi sono aperti ai visitatori o a coloro che vanno per adorare, per cui abbiate considerazione per le altre persone presenti nell’area. Trattate ogni luogo in cui andate a pregare e le persone che vivono nell’area, con rispetto. Non danneggiate alcuna proprietà!
  • Pregate per la protezione del Signore per voi, il gruppo, le vostre famiglie, amici e chiesa prima di visitare i luoghi in cui pregare. Assicuratevi di esservi liberati di ogni peccato nella vostra vita di cui siete a conoscenza prima di prendervi la responsabilità di pregare riguardo ai peccati della vostra comunità.
  • Se è possibile, i gruppi di preghiera dovrebbero essere formati da persone che rappresentano i diversi gruppi etnici presenti nell’area. Se ciò non è possibile, contattate i coordinatori delle città circonvicine che possono avere intercessori di altre nazionalità.
  • Il punto focale del pentimento è fra Dio e noi, ma se il Signore vi guida a pentirvi anche nei confronti di altre razze, andate avanti e pregate che possa esserci una profonda riconciliazione. Non fate, però, di questo qualcosa di semplicemente esteriore. Se le persone non sono coinvolte con il cuore, sarà semplicemente una dimostrazione emotiva esteriore che non porterà alcun cambiamento spirituale. Il Signore non guarda a ciò che diciamo o facciamo, ma guarda i nostri cuori e sa cosa pensiamo o sentiamo veramente. Riconoscete, piuttosto, la vostra incapacità a portare riconciliazione anziché cercare di guarire in modo superficiale delle ferite profonde.
  • Il giorno in cui portate il gruppo sul posto per pregare, preparatevi spiritualmente trascorrendo un tempo ragionevole ad adorare il Signore ed aspettarLo prima di pregare. Potete farlo a casa oppure in qualsiasi altro posto che sia adatto. L’adorazione sul posto di preghiera può limitarsi ad alcuni canti e preghiere. L’azione principale è quella del pentimento, per cui prendetevi abbastanza tempo per entrare alla presenza del Signore prima di iniziare con le preghiere di pentimento. Gli esempi delle preghiere dati in precedenza sono semplicemente delle linee guida e non devono essere seguite alla lettera. Permettete allo Spirito Santo di guidarvi nella preghiera come Egli desidera. Non abbiate fretta, ma prendetevi del tempo per ascoltare il Signore ed usare il discernimento.
  • Scrivete tutto ciò che accade sul posto per futuri riferimenti.
  • Siccome queste sono cose spirituali, non fate scenate nei posti. Non avete bisogno di gridare o sbraitare per attirare l’attenzione di Dio. Considerate, inoltre, anche gli altri membri del gruppo e permettete allo Spirito Santo di guidarvi nell’unità. Date ad ogni membro la possibilità di pregare ed ascoltare il Signore. Anche l’intercessore più inesperto può ricevere una parola dal Signore. I bambini possono pregare con i loro genitori durante il tempo di preghiera sul posto, ma assicuratevi che abbiano la stessa visione e lo stesso focus altrimenti possono essere una distrazione.
  • Siate discreti nel fare atti profetici. Shofar o bandiere possono essere d’aiuto nel creare un’atmosfera di adorazione, ma non hanno alcunché di magico in sé. Ogni influenza spirituale verrà dal Signore stesso. Nulla di ciò che usate nella profezia ha un’influenza “magica”. Non usate sostanze come olio, sale, ecc. a meno che il gruppo sia in totale accordo. La vostra preghiera di pentimento è la cosa più importante in quei luoghi.
  • Ogni parola o atto profetico dovrebbe essere prima sottoposto al leader del gruppo. Fate attenzione alla presunzione e non pensate che qualsiasi cosa ricevete venga dal Signore, ma provate ogni cosa con al Parola di Dio.
  • Se vi sentite guidati a farlo ed il gruppo acconsente, condividete la cena del Signore prima di andare sul posto o sul luogo stesso, ma non usatela come un rituale “magico”.. ricordate che quello è il simbolo del Nuovo Patto segnato con il Sangue di Gesù.
  • Il fatto di essere ambasciatori di Cristo non deve essere una scusa per commettere atti illegali in qualsiasi città o luogo.
  • Usate le Scritture per pregare e dichiarare la parola di Dio sulla vostra area.
  • Siate consapevoli che la mancanza di unità nel gruppo può cancellare tutti i vostri sforzi di preghiera. Trattate i disaccordi del gruppo con maturità, umiltà, perdono e grazia. Pregare per l’unità prima di andare è molto importante. Una delle strategie principali del nemico è di portare scompiglio nei gruppi di preghiera in modo che non possano pregare in unità. Suggeriamo che tutti i membri del gruppo prendano l’impegno di pregare e di sottomettersi gli uni agli altri nel gruppo, incluso il leader. Più vi sottomettete gli uni agli altri più l’unità cresce. Più unità avete, più autorità riceverete in preghiera.

(Estratto da “Confessione del peccato nazionale, collegiale e individuale
http://www.globaldayofprayer.com/10days_additional.html: “Sin and Confession”

Annunci